Le nomine di tre parroci e dei viceparroci

(Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la presenza dell’articolo sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto).

Ben 38 parrocchie della diocesi di Roma si preparano ad accogliere un nuovo vicario parrocchiale: per tanti di loro, si tratta del primo incarico dopo l’ordinazione presbiterale. Tre comunità, invece, danno il benvenuto ufficiale in qualità di parroco a tre sacerdoti che prima ne erano amministratori parrocchiali. Sono i casi di San Vincenzo de’ Paoli, a Ostia, dove sarà parroco don Ismark Alexandre, haitiano; Santa Margherita Maria Alacoque, a Tor Vergata, il cui parroco sarà lo spagnolo Angel Luis Alba Leon; e infine dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari, in piazza Cairoli, con don Rodrigo Alfonso Nilo Palominos, barnabita di origine cilena.

Quanto ai vicari parrocchiali, nel settore Est sono 18 le parrocchie interessate da nuovi arrivi. A San Giuda Taddeo e a San Giustinogiungeranno ben due vicari: don Giovanni Maggioni e don Alberto Donai nella comunità dell’Appio Latino; don Federico Porrello e don Valentino Ferrari in quella dell’Alessandrino. A San Giuseppe Moscati, Cinecittà Est, sarà viceparroco don Arnold Semilla; mentre ai Santi Mario e Compagni Martiri, a Torrenova, don Alain Velomaroson. Ancora, a Santa Maria del Buon Consiglio, su via Tuscolana, al Quadraro, arriva don Daniele Natalizi; a Santa Maria Consolatrice, a Casal Bertone, ecco don Goran Kuhner; ai Santi Simone e Giuda Taddeo a Torre Angela don Giuseppe Conforti; a Nostra Signor di Czestochova, a Tor Sapienza, don Calogero Amato. Don Tommaso Fontana sarà viceparroco alla Natività, a via Gallia; don Antonio Celletti a Sant’Ireneo, a Centocelle; don Alessandro Caserio a Santa Maria Madre del Redenore, a Tor Bella Monaca; don Michele Reschini a San Policarpo, all’Appio Claudio. La parrocchia di Sant’Anna, a Morena, accoglie don Claudio Piangiani; quella di Santa Barbara, a Capannelle, don Simone Montori; quella di Santa Edith Stein, a Torre Angela, don Giuseppe Vattimo; quella di San Leone I don Paolo Boumis. Nostra Signora del Suffragio e Sant’Agostino di Canterbury aspetta don Alberto Lopez Pantano e Santa Margherita Maria Alacoque don Francesco Panizzoli. 

Anche nel settore Nord, quattro parrocchie sono interessate alle nomine di nuovi vicari: Gesù Bambino a Saccopastore con don Francesco Sametti; San Clemente a Montesacro con don Massimiliano Spezia e don Alberto Abreu; la Gran Madre di Dio a Ponte Milvio con don Aldo Donelli; Santa Maria Goretti, al quartiere Trieste, con don Giuseppe Caccavari.

Soltanto due le comunità coinvolte nel settore OvestSan Gregorio Magno al Portuense, dove arriva don Matteo Mussi; e San Raffaele Arcangelo, dove giunge don Lorenzo Peri.

Più numerosi gli arrivi dei vicari al settore Sud. A Santa Monica a Ostia sarà viceparroco don Alexandre Semajangwe; alla Santissima Annunziata don Alessandro Pagliari; alla Santa Famiglia al Divino Amore don Saverio Monitillo; a San Francesco Saverio alla Garbatella don Fabrizio Benincampi; a San Corbiniano all’Infernetto don Eduardo Andrea Contreras Valladeres; a Santa Melania don Andrea Vignati; a Santa Maria Assunta e San Michele a Castel Romano don Meletito Abella. Due nuovi vicari a Nostra Signora di Bonaria, a Ostia: don William Ascensio Perez e don Tarcisio Tomasoni. Ancora, a Santa Maria Mater Ecclesiae arriva don Giancarlo Honorati; a San Timoteo don Giovanni Cristofaro; a Sant’Anselmo alla Cecchignola don Francesco Phan Duy Khuong. San Francesco D’Assisi ad Acilia accoglie don Makoto Ota; San Pier Damiani don Alex Chileshe e Santa Giovanna Antida Thouret don Carlos Humberto Gomez Martinez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *